• Home
  • News
  • Fatturazione elettronica: obblighi e strumenti per Pubblica Amministrazione e fornitori

Fatturazione elettronica: obblighi e strumenti per Pubblica Amministrazione e fornitori

NORMATIVA

Decreto Ministero dell'Economia e delle Finanze del 3 aprile 2013 n°55. Entrata in vigore del provvedimento: 6 giugno 2013.


OGGETTO

Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche.
Il provvedimento DL 55 del 3/04/2013 stabilisce che il ricevimento e l'emissione delle fatture da e verso la Pubblica Amministrazione deve progressivamente avve¬nire solo in formato elettronico (xml), avvalendosi della trasmissione al Sistema di interscambio (Sdi), gestito dall'agenzia delle Entrate.
Il passaggio dalla fatturazione tradizionale a quella elettronica avverrà in tre momenti distinti, ognuno dei quali coinvolgerà i vari livelli delle amministrazioni:
- Entro sei mesi dall'entrata in vigore del provvedimento (6 giugno 2013) per le Amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, e agli Enti pubblici nazionali che, volontariamente e sulla base di specifici accordi con tutti i propri fornitori, intendano avvalersene, sarà disponibile il Sistema di interscambio per la ricezione delle fatture elettroniche;
- Entro 12 mesi, sempre a partire dal 6 giugno 2013, diviene obbligatoria l'adozione del sistema di fatturazione elettronica per i Ministeri, le Agenzie fiscali e gli Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale;
- Le altre Amministrazioni hanno 24 mesi di tempo, sempre a partire dal 6 giugno 2013, per adottare il sistema della fatturazione elettronica.
Trascorsi tre mesi da tali scadenze, le PA non potranno più accettare le fatture inviate su supporto cartaceo né procedere al loro saldo, neppure parziale, sino all'invio del documento in forma elettronica. I fornitori saranno perciò tenuti a gestire la fatturazione verso la PA solo in modalità elettronica.


FORMATO
Il tracciato del formato .xml è accessibile collegandosi al sito www.fatturapa.gov.it, sezione norme e regole / documentazione


INVIO
Il file preparato, firmato digitalmente e nominato nel rispetto delle regole previste, può essere inviato al Sistema di Interscambio. Vi sono diversi canali di trasmissione per l'invio dei file:
1-Posta Elettronica Certificata (PEC)
Il file FatturaPA (in .xml) e il file archivio (cioè file compresso .zip contenente uno o più file FatturaPA) devono essere spediti come allegato, per uno spazio complessivo di massimo 30 Mb.
2-Invio via web
Il Sistema di Interscambio mette a disposizione un'applicazione per inviare il file attraverso un'interfaccia web. Per accedervi è necessario essere in posssesso di credenziali Entratel o Fisconline o essere provvisti di Carta Nazionale dei Servizi (CNS) precedentemente abilitata ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate. Il file inviato utilizzando questa modalità non deve superare la dimensione di 5 Mb.
3- Tramite accreditamento del proprio canale al Sistema di Interscambio
Servizio dedicato ai soggetti che desiderano accreditare il proprio canale (Web-service, Porta di Dominio o FTP) presso il Sistema di Interscambio secondo determinate Specifiche tecniche (reperibili sul sito dedicato). Tre sono le tipologie di servizio possibili:

  • il Servizio SDICoop per il canale Web-service
  • il Servizio SPCoop per il canale Porta di Dominio
  • il Servizio SDIFTP per il canale FTP