Quali operazioni vanno effettuate in una Conservazione sostitutiva?

  1. Il processo parte da un documento già in forma digitale.
  2. Si può raggruppare con altri documenti o lasciarlo singolo o suddividerlo in più parti.
  3. Al nuovo flusso, il responsabile della conservazione sostitutiva appone la propria firma digitale e la marca temporale
  4. Se il documento originario cartaceo è un originale analogico univoco, si deve chiedere ad un pubblico ufficiale di applicare la propria firma digitale e la marca temporale
  5. Si preleva l’impronta digitale
  6. Si conserva l’impronta digitale su un supporto diverso
  7. Si ripone il supporto in un ambiente protetto e con criteri di riservatezza (controllo accessi sia fisici che di Information Security)
  8. Si aggiorna il manuale della conservazione per sapere quando dovranno avvenire le verifiche di leggibilità o di riversamento tecnologico.

 

 

firma elettronica dei contratti
NPL

Stai cercando una soluzione per gestire in modo completo i Crediti Deteriorati? Scopri BCM