Se invio fatture con il metodo EDI sono comunque obbligato al rispetto della conservazione sostitutiva?

Poiché in generale il sistema EDI (Elettronic Data Interchange) non garantisce l’attestazione della data (art. 6 Raccomandazione della Commissione 1994/820/CE), non può considerarsi un sistema di fatturazione elettronica, e quindi (risoluzione Direttore delle Tasse n. 451163 del 30 novembre 1990) i dati trasmessi dovranno essere stampati su carta sia dall’emittente che dal destinatario.

Diversamente, se il sistema EDI adottato è in grado di garantire l’attestazione della data, allora il sistema è assimilabile alla fatturazione elettronica fermo restando che rimane l’obbligo della conservazione sostitutiva.

firma elettronica dei contratti
NPL

Stai cercando una soluzione per gestire in modo completo i Crediti Deteriorati? Scopri BCM